Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2015

Comunicazione di servizio

Ciao a tutti i lettori,
volendo migliorare la visibilità delle scritte nel blog ho apportato alcune modifiche. Spero di non aver fatto troppo casino.
Inoltre ho aggiornato la pagina "Presentazione e avvisi", in particolare per la parte relativa al copyright.

Aggiornamento:
thank you so much a Simona, che gestisce il blog "Scritti a penna" per aver ospitato un mio breve intervento.
Il link è questo e il blog è fra i miei preferiti. Detto tutto!   ;-)

Recensione film: "Hunger Games: Il canto della rivolta"

Immagine
Annuncio ai lettori: questo articolo svela il finale del film. Se non l’avete visto non leggete. Vi ho avvisati!


Il canto della rivolta” mi ha dato l’impressione dell’ennesimo classico caso di saga partita bene e arrivata un po’ maluccio.
Ho visto più o meno tutti i film della serie - non ho letto i libri e non credo che lo farò – e la recensione riguarda infatti l’ultimo di questi film e non i libri, sui quali non posso esprimere un parere.
Il gran finale di “Hunger Games”, nella sua versione cinematografica, lascia un senso di incompletezza e sa molto di occasione mancata. Manca di tensione, e quella che c’è viene persa per strada. Manca di spiegazioni che potrebbero essere utili a chi non ha letto i libri: molte cose vanno prese per buone senza sapere perché. Manca di coinvolgimento da parte dello spettatore, eppure le occasioni non sarebbero mancate. 


L’inizio della saga mi era piaciuto: l’ambientazione, pur nel ‘solito’ scenario post apocalittico era abbastanza originale e se la tro…

Fantascienza vs Fantasy

Immagine
Il confronto fra fantasy e fantascienza – o la loro contrapposizione come generi letterari – non è di sicuro una novità nell’ambito delle discussioni più o meno accademiche fra lettori e appassionati dei generi. Se, spinti da una insana voglia di creare conflitti fra persone notoriamente pacifiche, proviamo a gettare con apparente noncuranza una frase del tipo “ma secondo me il fantasy è migliore della fantascienza, che fa schifo” a un ignaro conoscente cultore di fantascienza – o girando la frase al contrario, di fantasy – vi consiglio di procurarvi subito elmetto e giubbotto antiproiettile, perché così facendo ci esporremmo agli strali – e non solo verbali - del fantasysta o fantascientista duro e puro, che difenderà a spada tratta le sue opinioni con ogni mezzo. Non si sfugge alla regola della differenza di trattamento nemmeno in Rete, tant’è che utilizzando “fantasy vs fantascienza” come chiave di ricerca, in Google si ottengono 745.000 risultati, in massima parte centrati sulla di…

Recensione libro: Still Alice

Immagine
Sono sicuro che molti di voi avranno visto il film, che ha fruttato l’Oscar a Julianne Moore, attrice che i suoi film li ha scelti abbastanza bene (fra quelli che ho visto in televisione o al cinema ricordo “Chloe”, “Hunger games”, “Il mondo perduto”, “I figli degli uomini”, “La mano sulla culla”) e con una filmografia di tutto rispetto. La sua gavetta l’ha fatta senza tanti clamori ottenendo infine il massimo riconoscimento nell’ambito del suo mestiere.
Qui parlerò brevemente del libro da cui il film è stato tratto.
L’autrice, Lisa Genova, è neuropsichiatra ma questo credo lo sappiate già e non mi dilungo sulla sua biografia, facilmente reperibile in Rete.

Vorrei soffermarmi piuttosto sullo stile di scrittura, che appare – almeno in questo libro - molto scarno ed essenziale, privo di grandi interventi introspettivi o elucubrazioni da parte dei personaggi e basato in pratica sui dialoghi e sulle azioni degli stessi. Difficile dire quanto sia mostrato e quanto raccontato: direi una via d…

Post semiserio: il nome fa il personaggio?

Immagine
Uno dei problemi con cui si deve scontrare l’aspirante scrittore è la scelta del nome del/della protagonista, e guardate che qui c’è poco da scherzare: il nome in un libro è tutto e guai a non indovinarlo! Pena la discesa agli inferi dello scritto, lo sprofondamento nel Girone dell’Eterno Dimenticatoio (nota 1) (nota 1a) (nota 1b) e - da ultimo, ma non meno importante – l’azionamento in automatico – per effetto del Perfido Gnomo della Scrittura Imperfetta (nota 2) - della combinazione Alt + Ctrl + Del (nota 2a) che cancellerà istantaneamente ogni traccia del vostro sudato scritto dal pc (anche se non siete collegati a internet, sia chiaro: lo Gnomo non perdona e tutto vede, anche se scrivete al buio) e anche se avete fatto un backup su disco esterno da 512 TeraByte non collegato al pc.
Dunque, tralasciando i classici nomi tipo “Fermo” e “Lucia”, ma anche “Renzo”, che fa tanto da tipo insignificante e che non conosce una sola parola di latino perché alle medie non lo insegnavano e che m…