Le soddisfazioni dello scrittore


Fra le piccole grandi soddisfazioni della vita, in quest’era di Internet e virtualità varie, può anche accadere di vedersi citati in quella che  - nel bene e nel male – è di solito considerato un punto di riferimento…enciclopedico.
Mi riferisco a Wikipedia, nei cui meandri ho scoperto (cercando ulteriori informazioni su alcuni fatti accaduti nella guerra del Pacifico) delle citazioni da un libro del sottoscritto.
Si tratta di “La battaglia del Mar di Bismarck”, pubblicato con Prospettiva Editrice nel 2011 e citato come fonte per la stesura di alcune voci:

- gli scontri per la pista di Kokoda
- il bombardamento di Darwin
- l'invasione di Lae e Salamaua

Poca cosa in realtà, ma che mi ha confermato la bontà del libro scritto, visto che viene considerato da Wikipedia fra le fonti primarie.
Mi ha fatto sentire orgoglioso del lavoro svolto e riconoscente verso quanti – in Italia, Stati Uniti, Australia – mi hanno dato una mano per la stesura e la pubblicazione negli anni passati.  
Secondo molti Wikipedia non è una buona fonte di informazioni; personalmente penso il contrario, in particolare perché pronta a modificare e adattare le notizie secondo le nuove informazioni disponibili, man mano che nuovi elementi si aggiungono, e perché su determinati argomenti si dimostra una fonte capace di autocritica.
Può darsi che un giorno o l’altro quegli articoli vengano aggiornati e i riferimenti alla “Battaglia del Mar di Bismarck” cancellati e sostituiti da altri, ma questo penso accadrà quando ci saranno altri autori più capaci e che a loro volta avranno svolto un ottimo lavoro.
E in fin dei conti è questo che chiediamo, sia come lettori che come scrittori, che si tratti di un saggio o di una storia inventata: un buon lavoro.

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione libro: “Le guarigioni del cervello” di Norman Doidge

Recensione film: "Mine"

Recensione film: "La mummia" - 2017