Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2017

Perché, vedete...

Immagine
…non è che la cosa faccia piacere, anzi. Del resto alcuni assunti sono certamente veri (frase che di suo fa schifo, come si fa a mettere insieme “certamente” e “veri”?) : - primo, che un autore che invia a un editore il suo romanzo è assolutamente convinto di aver fatto del suo meglio e che se c’è qualcosa di migliorabile si migliorerà; - secondo, che nessuna legge, che sia o no scolpita nella pietra, può costringere un editore a pensarla come te; - terzo, che le settimane spese a tradurre (o a cercare di tentare di provare a tradurre) in una lingua che non è la mia nativa non sono servite a niente; e questo non deve sorprendere, visto che una lingua – qualunque essa sia – è di una ricchezza e di una complessità straordinarie e solo gente che le ha studiate a lungo può sperare di avere qualche possibilità di fare un lavoro che sia almeno decente; - quarto, che se ti rispondono dopo che hai inviato un romanzo tradotto da te e non da uno specialista in materia è già tanto (nota 1). E’ anche …

Philip José Farmer, il fabbricante di universi

Immagine
A tutti sarà capitato di leggere in giovane età i libri di qualche autore che poi, nel corso degli anni, non viene più abbandonato. Almeno finché vive (il lettore, non l’autore!). Poi, come penso accada sempre, ognuno di noi ha i suoi “periodi letterari”, nei quali ci si affeziona ora all’uno, ora all’altro autore, senza per questo dimenticarsene man mano che il tempo passa. Per quanto mi riguarda c’è stato il periodo in cui ho divorato i libri di Jules Verne; c’è stato il periodo Salgari (curiosamente il Salgari usava spesso il verbo “odimi”, inteso come “ascoltami”, ma io per motivi che non ho mai scoperto - e conoscendo la mia mente contorta forse è meglio che non conosca mai - leggevo sempre “odiami”: mi pareva strano che Salgari scrivesse “odiami”, ma lo prendevo per buono: insomma, chi ero io per dirgli quel che doveva scrivere?), e il periodo “qualunque cosa va bene”. Ad ogni modo tengo a precisare che tutti i volumi degli autori appena citati venivano dalla biblioteca della scuol…