Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2018

Recensione libro: "Il futuro dell'umanità"

Immagine
Michio Kaku non è certo l’ultimo arrivato nel mondo della divulgazione scientifica: avevo già letto il suo “Fisica del futuro”, che ho trovato non solo di estremo interesse, ma anche pieno di ottimismo e di buon senso. Le sue - chiamiamole così – anticipazioni sono un misto fra la fantascienza e il rigore scientifico, per quanto il termine “rigore” possa a volte essere un po’ esagerato, visto che a volte il confine fra scienza e fantascienza tende a sfumare.
Naturale, quindi, che il suo ultimo libro “Il futuro dell’umanità” rappresentasse per me qualcosa di simile al richiamo delle sirene. Non potevo non comprarlo. Il tema principale del libro si rifà al concetto di “necessità”: vale a dire l’idea che in prossimo futuro sarà indispensabile per l’umanità lasciare questo Sistema Solare e approdare – come dire - alle rive di altri mari (nota 1). Il fatto che questa sia anche la mia-e non solo mia – opinione è naturalmente un incentivo in più per informarmi il più possibile sulle novità in …

Blog Tour "Come un dio immortale" - intervista a Maria Teresa Steri

Immagine
Ho risposto con piacere all’invito di Maria Teresa Steri (da qui in avanti semplicemente MT) a partecipare al suo blog tour con riferimento al suo ultimo romanzo “Come un dio immortale”. Il tema del romanzo è abbastanza inusuale, nel senso che spesso un argomento simile sconfina se non nell’horror, almeno nel romanzo o nel film che fa del truculento la sua arma migliore. Nulla di tutto questo nel romanzo di MT, che – a dir la verità in modo abbastanza pudico – evita descrizioni troppo accurate in fatto di scene forti. A dirla tutta avevo pensato all’inizio di impostare questo intervento sulla base delle differenze o delle somiglianze dei due mondi che io e MT- dal punto di vista dei nostri scritti – rappresentiamo. Vale a dire: da una parte il mio filone preferito, la fantascienza, con viaggi, paesaggi, situazioni lontane nel tempo e nello spazio; ipotesi sul come il mondo potrebbe essere o avrebbe potuto essere; sui possibili futuri e così via. Dall’altra un aspetto della realtà umana che…

Viaggio nel Mistero a Padova

Immagine
Sulla base di una dritta trovata sul blog di Myrò (link) ho appreso della serie di incontri organizzati dal CICAP nella mia (ex) città (Nota 1). Qui il link . Cosa sia il CICAP non ve lo sto a dire: sarebbe come chiedere a qualcuno se sa cos’è pane e salame. Quindi, lo sapete tutti. Ad ogni modo, ho partecipato ai primi due incontri: il primo trattava delle esperienze di pre morte: il secondo degli antichi astronauti. Per quel che riguarda il primo incontro (per i dettagli e i relatori vi rinvio al sito del CICAP) mi aspettavo un atteggiamento non dico ‘aggressivo’ ma fortemente polemico, conoscendo per fama – e non ancora per esperienza diretta – l’atteggiamento molto scientifico del Comitato su taluni argomenti. Sono invece rimasto molto favorevolmente colpito dal tono rispettoso e a volte dimesso che ha preso l’incontro: come chiaramente spiegato dalla relatrice Marta Annunziata, il CICAP si ferma fino al punto in cui il fatto è spiegabile con quello che la ragione e la scienza ci posso…

Recensione film: "Ready player one"

Immagine
Non è che abbia visto il film due minuti fa, in verità sono andato a vederlo il giorno stesso dell’uscita, solo che finora non avevo trovato il tempo di buttar giù due righe. Da buon fantascientofilo  posso consigliarvi il film per questi motivi: - effetti speciali allo stato dell’arte, con immagini che è possibile apprezzare in pieno solo in uno schermo cinematografico o in un televisore da duecentocinquanta pollici; - quasi nessun momento di stanca, nemmeno nei momenti più sdolcinati (pochi, eh!) che però servono solo per tirare il fiato fra una corsa e l’altra; - azione, azione e ancora azione - il necessario lieto fine dopo una corsa di due ore che ti lascia il fiatone anche se sei rimasto seduto a guardare. I motivi per cui non dovete andare a vederlo: - non ce ne sono, a meno che non abbiate fatto come il sottoscritto, e cioè
avete letto il libro
Ecco, se rientrate nella categoria non è che non possiate andare a vederlo: è un film godibilissimo e che vi soddisferà di sicuro, però…è ben p…